Il Castello di Balmoral: visitarlo, scoprirlo e dormirci, o quasi.

Notissimo come residenza estiva dei reali, l’antico edificio, risalente al 1300, fu acquistato da Roberto II di Scozia e usato come residenza di caccia. Nel 1390 passò a Sir William Drummond.
È stato la casa scozzese della famiglia reale da quando fu acquistato per la regina Vittoria dal principe Alberto nel 1852, essendo stato affittato per la prima volta nel 1848.
L’antico edificio è stato interamente sostituito dalla nuova struttura, completata nel 1856, progettata dall’architetto cittadino di Aberdeen William Smith secondo criteri più moderni, di comfort più che di prestigio.
È ovviamente chiuso quando, in estate, i Reali vi soggiornano ma è visitabile in speciali tour guidati, ai quali si possono affiancare un tour in jeep della tenuta.
La visita degli interni comprende la proiezione di un video sull’edificio e la visita della sola da ballo che, al prezzo di undici sterline, viene giudicato dai visitatori piuttosto esoso, nonostante il the time. Comprende però anche l’accesso ai bellissimi giardini, al giardino d’inverno e alle vecchie scuderie, trasformate in un piccolo museo dei Reali.
Molto bello, invece, il tour safari, che porta i visitatori attraverso il parco e i giardini ben curati di fronte al Castello. Dopo la tenuta vera e propria ci si addentra nella vecchia Pineta di Pini della Caledonia, uno degli habitat più importanti del paese e sede dell’elusivo gallo cedrone.
Fuori dal bosco la vista si apre su paesaggi d’erica dei fianchi del Lochnagar, una delle montagne più famose della Scozia.

Il Castello di Balmoral: per prenotare le visite invernali 2019

Le visite guidate giornaliere sono iniziate lunedì 21 ottobre e terminate sabato 3 novembre
Successivamente le visite guidate invernali sono disponibili solo il martedì, il mercoledì e il sabato sino al 14 dicembre, alle 11.00, alle 12.00 e alle 13.00, con l’ultimo tour alle 14.00.
La visita guidata degli interni dura circa un’ora e successivamente i visitatori sono liberi di passeggiare per i giardini.
Il tour inizia con un cortometraggio su Balmoral che racconta l’affetto della famiglia reale per la magione e il funzionamento della tenuta.
È consigliabile arrivare almeno 20 minuti prima dell’orario di inizio del tour. Compreso nel prezzo uno spuntino con caffè, the e pasticcini.
Il Castello di Balmoral: soggiornare nei cottage per gli ospiti
Sì, è possibile, per passare le vacanze immersi nelle bellezze della Scozia in maniera davvero regale (e costosa).
Colt Cottages, Connachat Cottage, Karim Cottage e Rhebreck Lodge sono disponibili tutto l’anno, mentre il Garbh Allt Shiel è disponibile da fine aprile a inizio novembre.
Ovviamente, non sono mai disponibili durante le vacanze dei Reali.
Si tratta di cinque bellissimi cottage in legno o muratura, alcuni in perfetto stile scozzese, dagli interni molto curati, specialmente il bellissimo Garbh Allt Shiel, con la sua preziosa boiserie in legno e gli arredi di pregio, possono ospitare da cinque a otto persone, sono dotati di cucina o angolo cottura e alcuni hanno doppi servizi.
Il più semplice, Colt Cottages, costa 360 sterline al giorno in promozione last minute e da 550 a 800 sterline al giorno secondo la stagione. I cottages sono 3 e 4 stelle nella classifica del self hosting.

Il castello di Balmoral: simpatici incontri

I reali non sono gli unici ospiti speciali di Balmoral. Il parco del castello ospita anche una specie in via di estinzione di scoiattoli rossi. Secondo il sito web di Balmoral, “Lo scoiattolo rosso è uno dei mammiferi preferiti della Scozia, ma sta diminuendo ed è classificato come una specie in via di estinzione”. Pare che il principe Carlo ne sia assolutamente innamorato, tanto da farli entrare a rincorrersi nella sua casa in Scozia, Birkhall (guardali ora!).